Home | Chi siamo | Newsletter | Contattaci | Login
Lo scrisse... Questions Somma Teologica Prega Collabora
Natale

La festa di uno sconosciuto

Aquinas / 18 Dec, 2018
L'avvento del laicismo imperante, legato a una buona dose di ignoranza e di superficialità suggerirebbe ben poco spazio per le belle tradizioni natalizie che erano (e sono?) una delle cose più belle della nostra cara Italia. La stravaganza dell'epoca in cui viviamo sta arrivando al paradosso più becero. Bisogna essere consapevoli dell'incoerenza che circonda e permea la vita. Molti si sono allontanati dal festeggiare il Natale pur rimanendo legati a tutte le conseguenze pratiche nella vita lavorativa e familiare che da questa festa derivano. Un politico italiano ha suggerito la possibilità di far lavorare tutte quelle persone che si sono dichiarate contrarie a festeggiare il Natale; e quindi spronarli a non andare in vacanza e a non usufruire dei giorni di ferie giusto per coerenza. Al di là della battuta, che comunque fa riflettere, possiamo ben dire che la situazione in cui ci troviamo è abbastanza grottesca. Sarebbe come riunirsi in una bella sala per festeggiare il compleanno di qualcuno che ormai abbiamo rimosso da anni dalla nostra vita e di cui non ricordiamo più nemmeno il nome o che vogliamo escludere da ogni possibilità di ritorno. Essere nella gioia per non si sa che cosa e spedire all'altro capo del mondo il festeggiato, che da motivo alla festa. 
Il Natale di Chi?
L'altro giorno, parlando con i bambini che frequentano la nostra parrocchia per il catechismo e per la Messa domenicale, ho chiesto loro che cosa stessero preparando come recita per Natale. Mi è stato risposto che da loro si sta curando l'allestimento di uno spettacolo sulla falsariga de "La bella e la bestia". Se qualcuno sa spiegarmi l'attinenza di una sceneggiatura come "La bella e la bestia" con la Sacra Famiglia nella stalla di Betlemme riceverà da me un premio, seppure intellettuale, con il mio plauso e penso quello di tutti coloro che avranno la carità di leggere questo mio intervento
Dove stiamo andando? Venire a conoscenza di simili fatti può far sorridere per ironia o per compassione. Quando bisognerebbe piangere per la fuga del buon senso e dell'intelligenza. Nel deserto esistenziale del mondo ... la festa di uno Sconosciuto".

Ti è piaciuto?

Lascia un like e condividilo!
Top 10
I più interessanti