Home | Chi siamo | Newsletter | Contattaci | Login
Lo scrisse... Questions Somma Teologica Prega Collabora
Lo scrisse...

Cerca

Trovati 4 risultati per "Ebrei"
Diciotto benedizioni, Birkat Ha Minim
«Che per gli apostati non vi sia speranza; sradica prontamente ai nostri giorni il dominio dell'usurpazione, e periscano in un istante i Cristiani e gli eretici: siano cancellati dal libro della vita e non siano iscritti con i giusti. Benedetto sei tu, Signore, che schiacci gli arroganti.»
Tags: Ebrei contro cristiani
Sant'Agostino, De peccatorum meritis et remissione et de baptismo parvulorum, 1.27.50
Sant'Agostino sostiene la canonicità della Lettera agli Ebrei.
«C’è anche da notare quanto grandi testimonianze a nostro favore contenga la Lettera agli Ebrei, sebbene per certuni sia dubbia. Le riferisco, perché ho letto che alcuni, favorevoli ad altra sentenza contraria a questa nostra sentenza sul battesimo dei bambini, hanno voluto adoperare questa Lettera come testo a difesa di certe loro opinioni. Su di me tuttavia ha maggior peso l’autorità delle Chiese orientali, le quali hanno anche questa Lettera tra i libri canonici»
Tags: Canonicità della Lettera agli Ebrei
san Giovanni Crisostomo, Omelie contro i giudei, I, 3-4
«A colui che ha abbandonato Dio che speranza di salvezza rimane? Se Dio lascia un luogo questo diventa dimora di demoni. Ma dicono di adorare anch’essi il Signore. Lungi da noi il dire questo: nessun giudeo adora Dio. Chi lo dice? Il Figlio di Dio. "Se aveste riconosciuto il Padre mio avreste riconosciuto anche me. Ora voi non avete riconosciuto né me né il Padre" (Gv. VIII, 19). Che testimonianza addurrò più degna di fede di questa? Se non riconobbero il Padre, se crocifissero il Figlio, se respinsero l’assistenza dello Spirito, chi oserà sostenere che la loro sinagoga non è l’asilo dei demoni? No, Dio non vi è adorato, statene lontani. È di conseguenza il luogo dell’idolatria; tuttavia alcuni frequentano tali luoghi come se fossero sacri. (...) I Giudei in verità non conoscono neppure in sogno queste verità, dediti come sono al ventre, agognando i beni presenti, per nulla migliori dei porci e dei caproni quanto a lascivia e ubriachezza. (...) "Riconoscetevi gli uni gli altri" dandovi la facoltà di scoprire con diligenza i fratelli. Fate la stessa cosa con i giudaizzanti. Se conoscerai qualcuno che è favorevole ai Giudei, fermalo, denuncialo, affinché tu non sia esposto allo stesso pericolo.»
Tags: Ebrei, Giudei, Ebraismo
Riguardo: Patrologia
sant'Ignazio di Antiochia, Lettera ai Magnesiaci, 10, 1-3
Ignazio di Antiochia parla delle usanze giudaiche nelle comunità cristiane dei primi secoli, promuovendo la linea della discontinuità nelle usanze.
«1Avvertiamo la sua bontà. Se egli ci imitasse come noi agiamo non ci saremmo più. Perciò divenuti suoi discepoli abbracciamo la vita secondo il cristianesimo. Chi è chiamato con un nome diverso da questo, non è di Dio. 2Gettate via il cattivo fermento, vecchio ed acido e trasformatevi in un lievito nuovo che è Gesù Cristo. In lui prendete il sale perché nessuno di voi si corrompa in quanto dall’odore sarete giudicati. 3È stolto parlare di Gesù Cristo e continuare nel giudaismo. Non il cristianesimo ha creduto nel giudaismo, ma il giudaismo nel cristianesimo, in cui si è riunita ogni lingua che crede il Dio»
Tags: Giudaismo, Ebrei, Usanze giudaiche, Giudeocristiani
Riguardo: Patrologia
Ricerca avanzata
Filtra i risultati


Tematiche