Home | Chi siamo | Newsletter | Contattaci | Login
Lo scrisse... Questions Somma Teologica Prega Collabora
Lo scrisse...

Cerca

Trovati 6 risultati per "Martirio di Perpetua e Felicita"
Atti dei martiri: il martirio di Perpetua e Felicita, 15.5-7
«…la donna [Felicita] fu assalita dai dolori del parto, particolarmente aspri, come avviene nell’ottavo mese. Ella soffriva per il parto assai difficile, e uno dei servi addetti alla custodia le chiese: "Se ora ti lamenti così, che cosa farai quando sarai gettata alle fiere che hai disprezzato, quando ti sei rifiutata di sacrificare?" Ella rispose: "Ora sono io a soffrire: là ci sarà un Altro in me che patirà per me, perché io patisco per lui". Mise al mondo una bambina che una delle sue sorelle prese con sé e allevò come figlia.»
Tags: Martirio di Perpetua e Felicita, Parto di Felicita, Cristo soffre nel martire
Riguardo: Patrologia
Atti dei martiri: il martirio di Perpetua e Felicita, 18.3
«Similmente avanzava anche Felicita, lieta di aver partorito in buona salute affinché potesse combattere anche lei contro le fiere, dal sangue al sangue, dalla levatrice al reziario, pronta a purificarsi, dopo il parto, con un secondo battesimo, cioè con il proprio sangue.»
Tags: Battesimo di sangue, Secondo battesimo, Martirio di Perpetua e Felicita
Riguardo: Patrologia
Atti dei martiri: il martirio di Perpetua e Felicita, 20.1-2, 7-8
«Contro le beatissime giovani il demonio preparò una ferocissima mucca volendo, con uno scherno feroce, per mezzo della bestia, trovare qualche cosa di analogo al loro sesso. Furono condotte innanzi spogliate e avvolte in reti: inorridì la folla, osservando l’una (Perpetua) che era una giovane dalle forme delicate e l’altra (Felicita) a cui per il parto recente, sgorgava il latte dalle mammelle. [...] Quando si calmò la ferocia della folla, [Perpetua e Felicita] furono portate alla porta ‘Sanavivaria’. Colà Perpetua, accolta da un catecumeno di nome Rustico, che le stava vicino, e come risvegliatasi da un profondo sonno (a tal punto aveva subito il martirio come in estasi) e guardandosi intorno, disse tra le stupore di tutti. "Quando saremo portate contro la feroce mucca di cui parlano?"»
Tags: Martirio di Perpetua e Felicita
Riguardo: Patrologia
Atti dei martiri: il martirio di Perpetua e Felicita, 21.9-10
«Perpetua, destinata a soffrire ancora nuovi tormenti, quando il ferro le si impigliò nelle vertebre del collo mandò un grido ed essa stessa, afferrata la mano ancora incerta del gladiatore inesperto, la guidò alla propria clavicola. Forse una donna così coraggiosa, di cui lo spirito immondo aveva paura, non sarebbe stata uccisa, se non l’avesse voluto lei stessa.»
Tags: Martirio di Perpetua e Felicita, Volontarietà del martirio
Riguardo: Patrologia
Atti dei Martiri: il martirio di Perpetua e Felicita, 3.1-2
Perpetua esprime il suo rifiuto alla rinuncia dell'affermazione dell'identità cristiana.
«Quando eravamo ancora sorvegliati—dice la santa [Perpetua]—mio padre, per sua pietà, tentava, con le sue parole, di indurmi a deviare dalla mia convinzione. E io gli dissi. "Padre, vedi per esempio quel vaso che giace a terra, oriolo o altro che sia?". E lui rispose: "Lo vedo". Ed io: "È forse possibile chiamarlo in un altro modo? Neppure io posso chiamarmi diversamente da quello che sono, cioè cristiana".»
Tags: Martirio di Perpetua e Felicita, Identità cristiana
Riguardo: Patrologia
Atti dei martiri: il martirio di Perpetua e Felicita, 6.3-4
«Il procuratore Ilariano il quale allora esercitava il diritto di condannare a morte, in sostituzione del defunto proconsole Minucio Oppiano, mi dice: "Abbi pietà dei capelli bianchi di tuo padre, abbi pietà del figlioletto innocente, sacrifica per la salvezza degli imperatori!" E io [Perpetua] risposi: "Non sacrifico". Ilariano chiese: "Sei cristiana?" Io risposi: "Sono cristiana".»
Tags: Procuratore Ilariano, Martirio di Perpetua e Felicita, Identità cristiana, Rifiuto di sacrificare agli idoli pagani
Riguardo: Patrologia
Ricerca avanzata
Filtra i risultati


Tematiche