Home | Chi siamo | Newsletter | Contattaci | Login
Lo scrisse... Questions Somma Teologica Prega Collabora
Lo scrisse...

Cerca

Trovati 7 risultati per "Messa"
Codice di Diritto Canonico, c.1248 §1
Tags: Messa vespertina, Messa sabato sera, Vigilia, Vespro
Riguardo: Liturgia
Ordinamento Generale del Messale Romano, n.24
«Il sacerdote ricordi di essere il servitore della sacra Liturgia e che nella celebrazione della Messa a lui non è consentito aggiungere, togliere o mutare nulla a proprio piacimento»
Tags: Ordinamento della Messa, Creatività liturgica
Riguardo: Liturgia
San Giustino martire, Apologia I, 67
«Da allora noi ci ricordiamo a vicenda questo fatto. E quelli che possiedono, aiutano tutti i bisognosi e siamo sempre uniti gli uni con gli altri.
Per tutti i beni che riceviamo ringraziamo il creatore dell'universo per il Suo Figlio e lo Spirito Santo.
E nel giorno chiamato "del Sole" ci si raduna tutti insieme, abitanti delle città o delle campagne, e si leggono le memorie degli Apostoli o gli scritti dei Profeti, finché il tempo consente.
Poi, quando il lettore ha terminato, il preposto con un discorso ci ammonisce ed esorta ad imitare questi buoni esempi.
Poi tutti insieme ci alziamo in piedi ed innalziamo preghiere; e, come abbiamo detto, terminata la preghiera, vengono portati pane, vino ed acqua, ed il preposto, nello stesso modo, secondo le sue capacità, innalza preghiere e rendimenti di grazie, ed il popolo acclama dicendo: "Amen". Si fa quindi la spartizione e la distribuzione a ciascuno degli alimenti consacrati, ed attraverso i diaconi se ne manda agli assenti.
I facoltosi, e quelli che lo desiderano, danno liberamente ciascuno quello che vuole, e ciò che si raccoglie viene depositato presso il preposto. Questi soccorre gli orfani, le vedove, e chi è indigente per malattia o per qualche altra causa, e i carcerati e gli stranieri che si trovano presso di noi: insomma, si prende cura di chiunque sia nel bisogno.
Ci raccogliamo tutti insieme nel giorno del Sole, poiché questo è il primo giorno nel quale Dio, trasformate le tenebre e la materia, creò il mondo; sempre in questo giorno Gesù Cristo, il nostro Salvatore, risuscitò dai morti. Infatti Lo crocifissero la vigilia del giorno di Saturno, ed il giorno dopo quello di Saturno, che è il giorno del Sole, apparve ai suoi Apostoli e discepoli, ed insegna proprio queste dottrine che abbiamo presentato anche a voi perché le esaminiate.»
Tags: Eucarestia, Eucaristia, Celebrazione eucaristica, Messa
Riguardo: Liturgia
Pio XII, Christus Dominus
6 gennaio 1953
Tags: Messa vespertina, Messa sabato sera, Vigilia, Vespro, Digiuno eucaristico, Digiuno prima della Messa
Riguardo: Liturgia
Card. A. I. Schuster, Liber sacramentorum III, 86-89
Torino, Marietti, 1933
«La messa di san Giovanni di Capistrano († 1456), Minorita, insigne predicatore della Crociata contro i Turchi, fu istituita nel 1890 da Leone XIII. Il suo redattore s’è lasciato altamente impressionare dalla splendida vittoria di Belgrado, riportata specialmente per le preghiere e le esortazioni del Santo. [...] Le antiche crociate contro gl’infedeli vogliono essere considerate da quel punto di vista soprannaturale, donde appunto le consideravano gli antichi. Esse rappresentarono lo sforzo massimo della Cristianità, perché la forza bruta dei musulmani non annientasse la civiltà dell’Evangelo. Anima di questa resistenza possente, diuturna e finalmente trionfatrice a Lepanto e a Vienna fu il Pontificato Romano, che per oltre cinque secoli, non badando a sacrifizi e a spese, congiunse in un sol fascio sotto il vessillo della Croce le forze cattoliche d’ogni nazione, e dirigendole contro la Mezzaluna, risparmiò all’Europa un gran numero di guerre interne, assicurando inoltre il trionfo sull’Asia occidentale e sull’Islam. [...] Prodigio della destra dell’Eccelso! A compiere le grandi meraviglie Egli si serve a preferenza degli strumenti abbietti, i più disagiati talvolta e i più spregiati degli uomini, affinché l’esito non possa essere attribuito alla creatura, ma solo al Creatore. Così nel secolo XV, in pieno Umanesimo, quando le stesse potenze cristiane, in cambio di ascoltar la voce del Supremo Pastore e muovere concordi contro la Mezzaluna che minacciava la libertà del mondo civile, con subdola politica rivaleggiavano fra di loro, Dio suscitò un povero figlio di san Francesco, che, sparuto in volto, scalzo e privo di mezzi, smuove colla sua parola infuocata metà d’Europa e la conduce al trionfo sotto le mura di Belgrado. “Digitus Dei est hic”»
Tags: Messa di san Giovanni di Capistrano
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.83
Tags: Messa, Liturgia eucaristica
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.83
Tags: Messa
Riguardo: Tomismo
Ricerca avanzata
Filtra i risultati


Tematiche