Home | Chi siamo | Newsletter | Contattaci | Login
Lo scrisse... Questions Somma Teologica Prega Collabora
Lo scrisse...

Cerca

Trovati 10 risultati per "Sacra Scrittura"
Dei Verbum, 21
«Insieme con la sacra tradizione, la Chiesa ha sempre considerato e considera le sacre Scritture come la re-gola della propria fede»
Tags: Sacra Scrittura, Bibbia
Congregazione per l'Educazione Cattolica, Lo studio dei padri della Chiesa nella formazione sacerdotale, 20
«I padri hanno dato in tal modo la prima risposta consapevole e riflessa alla sacra Scrittura, formulandola non tanto come una teoria astratta, ma come quotidiana prassi pastorale di esperienza e di insegnamento nel cuore delle assemblee liturgiche riunite per professare la fede e per celebrare il culto del Signore risorto»
Tags: Metodo teologico patristico, Metodo teologico dei padri, Padri e Sacra Scrittura
Riguardo: Patrologia
Denzinger-Hünermann, Enchiridion symbolorum, 3006
Il documento Dei Filius del Concilio Vaticano I tratta del canone dei libri della Sacra Scrittura.
«Questi libri dell’Antico e del Nuovo Testamento, nella loro interezza, con tutte le loro parti, così come sono elencati nel decreto di questo concilio [Trento] e come si trovano nell’antica edizione latina della Volgata, devono essere accettati come sacri e canonici. La Chiesa li considera tali non perché, composti per opera dell’uomo, sono stati poi approvati dalla sua autorità, e neppure soltanto perché contengono senza errore la rivelazione; ma perché, iscritti sotto l’ispirazione dello Spirito Santo, hanno Dio per autore e come tali sono stati trasmessi alla Chiesa»
Tags: Canone della Sacra Scrittura, Canone biblico
Sant'Ireneo di Lione, Adversus Haerses, IV, 33, 8
«La gnosi vera [implica] una custodia senza finta delle Scritture, una trattazione completa di esse, senza addizioni né sottrazioni, une lettura senza inganno»
Tags: Gnosi cristiana, Sacra Scrittura
Riguardo: Patrologia
Origene, De Principiis, 4.2.2
«Il motivo per cui tutti costoro che abbiamo ricordato hanno concezioni sbagliate empie e volgari sulla divinità non deriva da altro che da incapacità di interpretare spiritualmente la scrittura, che viene accolta soltanto secondo il senso letterale. Perciò a quanti sono convinti che i libri sacri non sono stati scritti da uomini ma sono stati composti e sono giunti a noi per ispirazione dello Spirito santo per volere del Padre di tutti e per opera di Gesù Cristo, noi dobbiamo esporre secondo la nostra modesta capacità quel che ci pare il criterio d’interpretazione, attenendoci alla norma della chiesa celeste di Gesù Cristo secondo la successione degli apostoli»
Tags: Interpretazione letterale della Bibbia, Interpretazione della Sacra Scrittura, Interpretazione della Bibbia, Interpretazione spirituale della Bibbia, Interpretazione spirituale della Sacra Scrittura
Riguardo: Patrologia
Origene, De Principiis, 4.3.4
«Ma nessuno deve supporre che noi affermiamo in senso assoltuo che nessun fatto storico è realmente accaduto, dato che qualcuno non è accaduto; o che nessuna legge deve essere osservata in senso letterale, poiché qualcuna, secondo la lettera, è irrazionale e irrealizzabile; o che i fatti narrati sul salvatore non sono avvenuti in maniera sensibile; o che nessuno dei suoi precetti e dei suoi comandi deve essere osservato. Noi affermiamo che il racconto letterale di alcuni fatti chiaramente ci si presenta veritiero»
Tags: Interpretazione letterale della Bibbia, Interpretazione letterale della Sacra Scrittura
Riguardo: Patrologia
Origene, De Principiis, 4.3.5
«Ma il lettore attento in alcuni punti si trova in imbarazzo perché senza accurato esame non può mettere in chiaro se un fatto che sembra storico sia avvenuto secondo il senso letterale oppure no, e se il senso letterale di una data legge debba essere osservato o no. Perciò egli attentamente, attenendosi al comando del salvatore: Scrutate le scritture (Io., 5, 39), deve accuratamente esaminare dove il senso letterale è veritiero e dove non lo è, e per quanto gli è possibile deve ricercare sulla base dei termini simili il senso di ciò che secondo la lettera è impossibile, diffuso per tutta la scrittura. E allorché, come risulterà evidente al lettore, non è possibile la connessione delle varie parti secondo il senso letterale e invece non solo è possibile ma è anche reale la connessione secondo il senso suddetto, bisogna cercar di comprendere questo nella sua interezza, connettendo accortamente il significato di ciò che è impossibile secondo la lettera con i fatti che non solo non sono impossibili ma sono veritieri secondo la lettera, interpretati allegoricamente insieme con quelli che secondo la lettera non si sono verificati. Infatti riguardo a tutta la scrittura divina ci troviamo nella condizione che essa nella sua totalità ha significato spirituale ma non tutta ha significato letterale, poiché in più punti si dimostra che il senso letterale è impossibile. Perciò il lettore prudente deve prestare grande attenzione alle sacre scritture in quanto scritti divini, i cui criteri interpretativi mi sembrano tali»
Tags: Esegesi spirituale della Bibbia, Esegesi spirituale della Sacra Scrittura
Riguardo: Patrologia
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.1, a.10
Tags: Sensi della Sacra Scrittura
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.1, a.9
Tags: Metafore nella Sacra Scrittura, Metafora nella Sacra Scrittura
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.1, a.9ss
Tags: Bibbia, Sacra Scrittura
Riguardo: Tomismo
Ricerca avanzata
Filtra i risultati


Tematiche