Home | Chi siamo | Newsletter | Contattaci | Login
Biblioteca Questions Prega Collabora
Biblioteca

Cerca

Trovati 206 risultati per "

me

"

Atti degli Apostoli, 10,44-48
Tags: Conferimento dello Spirito nel Battesimo
Riguardo: Sacramenti
Atti degli Apostoli, 19,6
Tags: Conferimento dello Spirito con l'imposizione delle mani
Riguardo: Sacramenti
Atti degli Apostoli, 2,38
Tags: Conferimento dello Spirito nel Battesimo
Riguardo: Sacramenti
Atti degli Apostoli, 8,16ss.
Tags: Conferimento dello Spirito con l'imposizione delle mani, Battesimo senza conferimento dello Spirito
Riguardo: Sacramenti
Catechismo della Chiesa Cattolica, §498
Tags: Concepimento verginale di Maria, Immacolata concezione
Codice di Diritto Canonico, c.1248 §1
Tags: messa vespertina, messa sabato sera, Vigilia, Vespro
Riguardo: Liturgia
Esodo, 28, 40-43
Tags: Abbigliamento sacerdotale
Riguardo: Sessualità
«Il fondamentalismo di matrice cristiana» in Sette e religioni, n.4
ESD Editore
Tags: Fondamentalismo cristiano
Il Pastore di Erma, Vis. 3.7.2
«Le pietre, che cadono nel fuoco e vi bruciano, sono quelli che si sono separati definitivamente dal Dio vivente; e il pensiero di fare penitenza non è più entrato nel loro cuore»
Tags: Pentimento, Penitenza
Riguardo: Patrologia
Motto latino
«Ubi homo, ibi societas. Ubi societas, ibi jus. Ergo ubi homo, ibi jus»
Tags: Norme, Regole, Leggi, Diritto
Ordinamento Generale del Messale Romano, n.24
«Il sacerdote ricordi di essere il servitore della sacra Liturgia e che nella celebrazione della Messa a lui non è consentito aggiungere, togliere o mutare nulla a proprio piacimento»
Tags: Ordinamento della messa, Creatività liturgica
Riguardo: Liturgia
Prima lettera a Timoteo, 2, 9
Tags: Riservatezza delle donne, Pudore delle donne, Abbigliamento femminile
Riguardo: Sessualità
Prima lettera ai Tessalonicesi, 4, 3-6
Tags: Santità come rispetto del proprio corpo
Riguardo: Sessualità
Primo libro dei Re, 19, 9-18
Tags: Discernimento morale
Riguardo: Morale teologale
Primo libro dei Re, 3, 5-12
Tags: Discernimento morale
Riguardo: Morale teologale
Primo libro di Samuele, 3, 1-18
Tags: Discernimento morale
Riguardo: Morale teologale
Sacrosanctum Concilium, 10
Tags: Liturgia come fonte della vita spirituale della Chiesa
Riguardo: Sacramenti
Vangelo secondo Giovanni, 6,27
Tags: Sigillo sacramentale
Riguardo: Sacramenti
Afraate, Esposizioni, esp.7
Tags: Chiesa come ospedale da campo
Riguardo: Ecclesiologia
Sant'Agostino, Contro la menzogna, 3.4
«Molte sono le specie di menzogna, e noi le dobbiamo odiare tutte, senza distinzioni, poiché non c’è menzogna che non sia in contrapposizione con la verità. Verità e menzogna sono infatti cose contrarie fra loro come luce e tenebre, pietà ed empietà, giustizia e ingiustizia, peccato e opere buone, salute e infermità, vita e morte. Quanto più dunque amiamo la verità, tanto più dobbiamo odiare la menzogna.»
Tags: menzogna, Bugia
Riguardo: Teologia Morale
Sant'Agostino, La Trinità, XII, 6,6, 471
«Infatti Dio disse: Facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza. E poco dopo è detto: E Dio fece l’uomo ad immagine di Dio. La parola: nostra, essendo un plurale, sarebbe impropria, se l’uomo fosse stato fatto a immagine di una sola persona, sia quella del Padre, del Figlio o dello Spirito Santo. Ma poiché veniva fatto ad immagine della Trinità, per questo si ha l’espressione: ad immagine nostra»
Tags: Trinità nell'Antico Testamento, Creazione dell'uomo, Uomo immagine della Trinità
Riguardo: Trinitaria
Sant'Agostino d'Ippona, De doctrina christiana, I, 36.41
«Chi nelle Scritture la pensa diversamente da quel che pensava l'autore, siccome le Scritture non dicono il falso, è il lettore ad ingannarsi. Tuttavia, come avevo iniziato a dire, se si inganna scegliendo una interpretazione per la quale cresce nella carità - che è il fine della legge - si sbaglia come colui che per errore lascia la via ma, continuando il cammino per i campi, arriva ugualmente alla mèta dove conduceva quella strada. Lo si deve tuttavia correggere e gli si deve dimostrare quanto sia vantaggioso non abbandonare la via, sicché non succeda che con l'abitudine di andare fuori strada si trovi costretto a percorrere vie traverse o sentieri devianti»
Tags: Carità come fine della Legge
Riguardo: Patrologia
Berthold Altaner, Patrologia, 223
Marietti, 7ª ed., 1977)
«La Praeparatio evangelica (Εὐαγγελικὴ προπαρασκευή), in 15 libri, composta tra il 312 e il 322, vuole dimostrare ai catecumeni e ai pagani, forse scossi dagli attacchi di Porfirio, come i Cristiani abbiano avuto ragione nel preferire il Giudaismo al paganesimo. La “Filosofia degli Ebrei” è superiore alla cosmogonia e alla mitologia dei pagani. I sapienti pagani, soprattutto Platone, hanno attinto dall’A.T.»
Tags: Semina verbi, Logos spermatikos, Logoi spermatikoi, Filosofia e Rivelazione, san Clemente Alessandrino, Praeparatio evangelica, Evangelikè proparaskeyé
Riguardo: Patrologia
Sant'Atanasio, La Vita di Antonio, 35.4
«Con l’aiuto del Signore, è possibile imparare a distinguere l’avvicinarsi degli esseri buoni e dei malvagi»
Tags: Discernimento degli Spiriti
Riguardo: Patrologia
Shelomoh ben Yishaq, Commento alla Genesi, 12
«Facciamo l’uomo. Da qui i nostri rabbini hanno appreso l’umiltà del Santo, benedetto Egli sia: siccome l’uomo fu creato a somiglianza degli angeli ed essi avrebbero potuto invidiarlo, Egli si consultò con loro. […] Anche se gli angeli non assistettero Dio nella formazione dell’uomo, e sebbene questa espressione possa fornire agli eretici un sostegno per le loro opinioni, la Scrittura non ha voluto astenersi dall’insegnare la giusta condotta e la virtù dell’umiltà: il maggiore dovrebbe consultare e ricevere il permesso dal minore. Infatti, se fosse stato scritto: “Farò l’uomo”, non avremmo imparato che Dio aveva parlato con il suo Consiglio, ma solo con se stesso. E a confutazione degli eretici sta scritto subito dopo: Dio creò l’uomo, e non “crearono”»
Tags: Trinità nell'Antico Testamento, Creazione dell'uomo, Uomo immagine della Trinità
Riguardo: Trinitaria
Paolo Benanti, Amerai!, 39
Cittadella editrice, Assisi 2014
Tags: Entropia esistenziale, Scadimento della significatività della sessualità
Riguardo: Sessualità
Paolo Benanti, Amerai!, 40-42
Cittadella Editrice, Assisi 2014
Tags: Corteggiamento, Cultura
Riguardo: Sessualità
san Giovanni Bosco, Il cattolico istruito nella sua religione, 53
De-Agostini, Torino 1853
«La religione di Maometto consiste in un mostruoso mescolamento di giudaismo, di paganesimo e di cristianesimo. Maometto propagò la sua religione, non con i miracoli o con la persuasione delle parole, bensì colla forza delle armi. Religione che, favorendo ogni sorta di libertinaggio, in breve fece diventar Maometto capo di una truppa di briganti. Insieme con costoro scorreva i paesi dell’Oriente, guadagnandosi i popoli, non con l’insinuare la Verità, non con miracoli e profezie ma per unico argomento egli alzava la spada sul capo dei vinti gridando: o credere o morire!»
Tags: Islam, Maomettismo, Mussulmani
Giovanni Chimirri, La prudenza dell'eros, i fondamenti etico-antropologici del pudore, 20
Editrice WM
«Il fondamento del concetto astratto di pudore è l'uomo. L'attributo "pudore" predicato all'uomo, potrebbe ben servire alla definizione dell'uomo in quanto individuo e persona differenziantesi dagli altri esseri del mondo. L'uomo è così un homo pudicus. [...] Il pudore esprime incisivamente la singolare posizione che l'uomo occupa nel mondo, ossia la sua collocazione sotto di Dio e sopra gli animali, esseri questi che non hanno certo pudore»
Tags: Pudore come peculiarità dell'essere umano, Homo Pudicus
Riguardo: Sessualità
Giovanni Chimirri, Psicologia della nudità: l'etica del pudore fra esibizionismi e intimità, 13
Bonomi, 2010
Tags: Corpo come fenomeno
Riguardo: Sessualità
Giovanni Chimirri, Psicologia della nudità: l'etica del pudore fra esibizionismi e intimità, 20
Bonomi, 2010
Tags: Compresenza di elementi maschili e femminili nello stesso individuo
Riguardo: Sessualità
Cirillo di Gerusalemme, Catech. 5, 11
«La fede è una rappresentazione interiore che ha per oggetto Dio. È un’intima comprensione, che la mente, illuminata dalla fede, riesce ad avere nella misura consentita. La fede percorre la terra da un’estremità all’altra e, prima ancora della fine del presente ordine, vede già come in atto il giudizio e pregusta già ora il premio promesso»
Tags: Fede come visione
Riguardo: Cristologia
Clemente Alessandrino, Gli Stromati, VII.7.39.6-40.1-4
«Insomma la preghiera, per parlare con più audacia, è un modo di comunicare con Dio; e anche se Gli parliamo in silenzio, senza nemmeno aprir le labbra, con un sussurro, dentro gridiamo! Tutto il nostro intimo colloquio Dio ascolta, sempre. In questo colloquio alziamo il capo, tendiamo le braccia al cielo, ci alziamo in punta di piedi nell’acclamazione che conclude la preghiera, risalendo con il fervore dello spirito all’essenza intelligibile. Così cerchiamo di distaccare insieme con le parole il corpo dalla terra, rendiamo aerea ‘l’anima alata’ per la brama dei beni superiori e la costringiamo a salire ai ‘luoghi santi’, nel totale disprezzo dei vincoli carnali. Ben sappiamo infatti che lo ‘gnostico’ attua in sé volontariamente la fuga completa dal mondo, proprio come i Giudei dall’Egitto e così mostra chiaramente, più ogni altra cosa, che egli sarà quanto più è possibile vicino a Dio. C’è poi chi assegna determinate ore alla preghiera, come, poniamo, la 3°, la 6°, la 9°: ebbene lui, lo ‘gnostico’, prega invece per tutta la vita, adoperandosi a vivere con Dio attraverso la preghiera e ad abbandonare, per dirla in breve, tutto ciò che non gli sarà più utile, una volta giunto lassù, come uno che già da qui ha raggiunto la perfezione di chi è divenuto adulto nell’amore»
Tags: Preghiera, Gnosi, Gnostico cristiano, Ora media
Riguardo: Patrologia
Clemente Alessandrino, Protrettico, V.66.1
«Degli altri filosofi che superando gli elementi hanno ricercato qualcosa di più alto e di eccellente, alcuni celebrarono l’infinito, come Anassimandro di Mileto, Anassagora di Clazomene e Archelao di Atene»
Tags: Anassimandro di Mileto, Anassagora di Clazomene, Clazomene, Archelao di Atene
Riguardo: Patrologia
Clemente Romano, Lettera ai Corinti, 41,1-42,4
Tags: Ordine gerarchico fra i membri della Chiesa, Gerarchia ecclesiastica
H. Denzinger, Enchiridion Symbolorum, n°101
Riguardo: Patrologia
Clemente Romano, Prima lettera ai Corinti, 1.1-1.3
«Per le improvvise disgrazie e avversità capitatevi l'una dietro l'altra, o fratelli, crediamo di aver fatto troppo tardi attenzione alle cose che si discutono da voi, carissimi, all'empia e disgraziata sedizione aberrante ed estranea agli eletti di Dio. Pochi sconsiderati e arroganti l'accesero, giungendo a tal punto di pazzia che il vostro venerabile nome, celebre e amato da tutti gli uomini, è fortemente compromesso. Chi, fermandosi da voi, non ebbe a riconoscere la vostra fede salda e adorna di ogni virtù? Ad ammirare la vostra pietà cosciente ed amabile in Cristo? Ad esaltare la vostra generosa pratica dell'ospitalità? A felicitarsi della vostra scienza perfetta e sicura? Facevate ogni cosa, senza eccezione di persona, e camminavate secondo le leggi del Signore, soggetti ai vostri capi e tributando l'onore dovuto ai vostri anziani. Esortavate i giovani a pensare cose moderate e degne. Raccomandavate alle donne di compiere tutto con coscienza piena, dignitosa e pura, amando sinceramente, come conviene, i loro mariti; insegnavate a ben accudire alla casa, attenendosi alla norma della sottomissione e ad essere assai prudenti»
Tags: Lettera di Clemente ai Corinti, Elogio dei Corinzi
Riguardo: Patrologia
Clemente Romano, Prima lettera ai Corinti, 47.1-7
«Prendete la lettera del beato Paolo apostolo. Che cosa vi scrisse all'inizio della sua evangelizzazione? Sotto l'ispirazione dello Spirito vi scrisse di sé, di Cefa, e di Apollo per aver voi allora formato dei partiti. Ma quella divisione portò una colpa minore. Parteggiavate per apostoli che avevano ricevuto testimonianza e per un uomo (Apollo) stimato da loro. Ora, invece, considerate chi vi ha pervertito e ha menomato la venerazione della vostra rinomata carità fraterna. E' turpe, carissimi, assai turpe e indegno della vita in Cristo sentire che la Chiesa di Corinto, molto salda e antica, per una o due persone si è ribellata ai presbiteri. E tale voce non solo è giunta a noi, ma anche a chi è diverso da noi. Per la vostra sconsideratezza si è portato biasimo al nome del Signore e si è costituito un pericolo per voi stessi»
Tags: Lettera di Clemente ai Corinti, Discordia
Riguardo: Patrologia
Congregazione per l'Educazione Cattolica, Lo studio dei padri della Chiesa nella formazione sacerdotale, 20
«I padri hanno dato in tal modo la prima risposta consapevole e riflessa alla sacra Scrittura, formulandola non tanto come una teoria astratta, ma come quotidiana prassi pastorale di esperienza e di insegnamento nel cuore delle assemblee liturgiche riunite per professare la fede e per celebrare il culto del Signore risorto»
Tags: metodo teologico patristico, metodo teologico dei padri, Padri e Sacra Scrittura
Riguardo: Patrologia
Corte di Cassazione, Sentenza 3557 del 20 marzo 2000
«Per quanto concerne il "'nudo integrale"', oggetto del presente procedimento, ovviamente non accompagnato da atteggiamenti erotici o pruriginosi di chi lo esibisce, si osserva che esso ? con riferimento al sentimento medio della comunità, ai valori correnti della coscienza sociale ed alle reazioni dell'uomo medio normale ? si presta a differenti valutazioni proprio a seconda del contesto in cui si pone. È evidente che non può considerarsi indecente, ad esempio, la nudità integrale di un modello o di un artista in un'opera teatrale o cinematografica, ovvero in un contesto scientifico o didattico, o anche di un naturista in una spiaggia riservata ai nudisti o da essi solitamente frequentata, mentre invece suscita certamente disagio, fastidio, riprovazione chi fa mostra di sé, ivi compresi gli organi genitali, in un tram, in strada, in un locale pubblico, o anche in una spiaggia frequentata da persone normalmente abbigliate.
In particolare, l'esibizione su una spiaggia non appartata degli organi genitali, benché in stato di "'quiete"', secondo la colorita definizione del giudicante, diversamente da quella del seno nudo femminile, che ormai da vari lustri è comportamento comunemente accettato ed entrato nel costume sociale, costituisce sicuramente, secondo questa Corte, un atto lesivo dell'attuale comune sentimento di riserbo e costumatezza.»
Tags: Nudismo, Naturismo, Oltraggio alla pubblica decenza, Sentimento della pubblica decenza
Riguardo: Sessualità
J. De La Vaissière, Il pudore istintivo, 49-50
Vita e pensiero, Milano 1938
Il pudore non è un'emozione.
«Il pudore, benché manifestamente accompagnato sovente da emozioni, è esso in se stesso una emozione dell'istinto? Per niente, se la parola emozione è presa nel suo senso scientifico. [...]
[Le emozioni] Sono segni della sua presenza, per gli altri a causa della loro mimica, per il soggetto, per le impressioni cinetiche che ne risultano. Esse sono legate al pudore; esse non sono il pudore»
Tags: Pudore come emozione, Emozioni del pudore
Riguardo: Sessualità
Denzinger-Schönmetzer, Enchiridion Symbolorum, 1601-1613
Tags: Dottrina sacramentale tridentina, Dottrina sacramentale del Concilio di Trento
Riguardo: Sacramenti
Matt Dillahunty, Intervista 20 febbraio 2014
«Il campo di concentramento nazista di Dachau è stato oggettivamente un male? Non lo so, non lo so. Si potrebbe dire che l’Olocausto è stato ovviamente un male perché non ha fatto il bene delle vittime, il problema è che le persone decidono loro stesse cosa è il bene. Se sono allevate nel darwinismo sociale del regime nazista potrebbero credere che l’Olocausto è stato il meglio per il benessere della società nel suo complesso»
Tags: Morale, Fondamento morale, Ateismo, Amoralità
Fedor Dostoevskij, Ricordi dal sottosuolo, 46
Feltrinelli editore 2016
Dostoevskij tratta dell'ipotesi di alcuni secondo la quale le azioni dell'uomo sarebbero calcolabili a priori secondo delle "leggi naturali" che, come per il mondo fisico, renderebbero possibile prevedere anche ciò che riguarda il mondo spirituale.
Tags: meccanicismo
K. Dunlap, Development and function of clothing, 72
L'autore tenta di dimostrare la proporzione inversa, nelle popolazioni selvagge, tra moralità e abbondanza di vestiario, per cui tali popolazioni sarebbero tanto più morali, quanto meno i loro membri sono vestiti.
Tags: Correlazione tra abbigliamento e moralità
Riguardo: Sessualità
Eusebio di Cesarea, Storia Ecclesiastica, 3.15
Eusebio parla di Clemente fornendoci informazioni sulla sua identità.
«Il dodicesimo anno dello stesso principato [cioè, di Domiziano], ad Anacleto, vescovo della Chiesa di Roma per dodici anni, succedette Clemente, che l’apostolo Paolo, nella lettera ai Filippesi, dichiara di aver avuto come collaboratore, dicendo: “Insieme con Clemente e gli altri miei collaboratori, i cui nomi sono nel libro della vita”»
Tags: Identità di Clemente
Riguardo: Patrologia
Maurizio Pietro Faggioni, Sessualità, matrimonio, famiglia, 178-180
EDB 2017
Tags: Indissolubilità del significato unitivo e procreativo dell'atto coniugale, Indissolubilità delle dimensioni della sessualità
Riguardo: Sessualità
Maurizio Pietro Faggioni, Sessualità, matrimonio, famiglia, 207-217
EDB 2017
Tags: Paternità responsabile, metodi contraccettivi, Contraccezione
Riguardo: Sessualità
Maurizio Pietro Faggioni, Sessualità, matrimonio, famiglia, 25-35
EDB 2017
Tags: Sessualità nell'Antico Testamento
Riguardo: Sessualità
Maurizio Pietro Faggioni, Sessualità, matrimonio, famiglia, 55-59
EDB 2017
Tags: Peccati sessuali nel Nuovo Testamento
Riguardo: Sessualità
Maurizio Pietro Faggioni, Sessualità, matrimonio, famiglia, 56-57
EDB 2017
Tags: Adulterio, Tradimento
Riguardo: Sessualità
A. Gerbault, Sur le route du retour, 93
Grasset 1929
L'autore tenta di dimostrare la proporzione inversa, nelle popolazioni selvagge, tra moralità e abbondanza di vestiario, per cui tali popolazioni sarebbero tanto più morali, quanto meno i loro membri sono vestiti.
Tags: Correlazione tra abbigliamento e moralità
Riguardo: Sessualità
Papa Giovanni Paolo II, Discorso del 9 ottobre 1985
«Il Nuovo Testamento contiene la pienezza della rivelazione trinitaria. Dio, rivelandosi in Gesù Cristo, da una parte svela Chi è Dio per l’uomo e, dall'altra, scopre Chi è Dio in Sé stesso, cioè nella Sua vita intima. La verità «Dio è amore» (1 Gv 4,16), esposta nella prima Lettera di san Giovanni, possiede qui il valore di chiave di volta. Se per mezzo di essa si svela Chi è Dio per l’uomo, allora si comprende anche (per quanto è possibile alla mente umana capirlo e alle nostre parole esprimerlo), Chi è Lui in Sé stesso. Egli è Unità, cioè Comunione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo»
Tags: Trinità nel Nuovo Testamento, Rivelazione della Trinità
Riguardo: Trinitaria
Papa Giovanni Paolo II, Fides et Ratio, 73
««Punto di partenza e fonte» della teologia è la Parola di Dio rivelata nella storia, e la teologia cerca di comprendere questa Parola»
Tags: me
Riguardo: Sacra Scrittura
San Giustino martire, Apologia I, 67
«Da allora noi ci ricordiamo a vicenda questo fatto. E quelli che possiedono, aiutano tutti i bisognosi e siamo sempre uniti gli uni con gli altri.
Per tutti i beni che riceviamo ringraziamo il creatore dell'universo per il Suo Figlio e lo Spirito Santo.
E nel giorno chiamato "del Sole" ci si raduna tutti insieme, abitanti delle città o delle campagne, e si leggono le memorie degli Apostoli o gli scritti dei Profeti, finché il tempo consente.
Poi, quando il lettore ha terminato, il preposto con un discorso ci ammonisce ed esorta ad imitare questi buoni esempi.
Poi tutti insieme ci alziamo in piedi ed innalziamo preghiere; e, come abbiamo detto, terminata la preghiera, vengono portati pane, vino ed acqua, ed il preposto, nello stesso modo, secondo le sue capacità, innalza preghiere e rendimenti di grazie, ed il popolo acclama dicendo: "Amen". Si fa quindi la spartizione e la distribuzione a ciascuno degli alimenti consacrati, ed attraverso i diaconi se ne manda agli assenti.
I facoltosi, e quelli che lo desiderano, danno liberamente ciascuno quello che vuole, e ciò che si raccoglie viene depositato presso il preposto. Questi soccorre gli orfani, le vedove, e chi è indigente per malattia o per qualche altra causa, e i carcerati e gli stranieri che si trovano presso di noi: insomma, si prende cura di chiunque sia nel bisogno.
Ci raccogliamo tutti insieme nel giorno del Sole, poiché questo è il primo giorno nel quale Dio, trasformate le tenebre e la materia, creò il mondo; sempre in questo giorno Gesù Cristo, il nostro Salvatore, risuscitò dai morti. Infatti Lo crocifissero la vigilia del giorno di Saturno, ed il giorno dopo quello di Saturno, che è il giorno del Sole, apparve ai suoi Apostoli e discepoli, ed insegna proprio queste dottrine che abbiamo presentato anche a voi perché le esaminiate.»
Tags: Eucarestia, Eucaristia, Celebrazione eucaristica, messa
Riguardo: Liturgia
Gregorio di Narek, Le Livre des Prières, 47ème prière, SC 78, 257-259
«Ton veau gras, le veau gras céleste, qui est ton Fils unique, béni véritablement à cause de son Amour pour les hommes offre-le en ma faveur, moi qui ai besoin de tes bienfaits: bien que toujours offer en sacrifice, il demeure cependant sans diminution dans la plénitude; il est immolé sans cesse sur les innombrables autels de sacrifices, sans s’épuiser»
Tags: Vitello grasso come Figlio di Dio
Riguardo: Patrologia
Gregorio di Nissa, Or. Cat., 32
«Chi s’interroga sul mistero, dirà piuttosto non che la sua morte è stata una conseguenza della sua nascita, ma che la nascita è stata assunta affinché egli potesse morire»
Tags: Legame tra nascita e morte di Cristo, Cristo è nato per morire
Riguardo: Cristologia
Cinzia Gregorutti, Luisa Vassallo, L'erbario di Tolkien. Ricette e rimedi naturali della Terra di Mezzo
Ancora, 2004
Tags: Tolkien, Erbario, medicina
Riguardo: Tolkien
Fabio Guardini, L'abnegazione cristiana, 20
Presbyterium
Tags: metanoia, Conversione
Paolo Gulisano, Tolkien, il mito e la grazia, 20
Ancora, Milano 2001
Vengono riportate alcune citazioni di Tolkien dove lo scrittore parla del legame della Terra di Mezzo con il mondo "reale".
Tags: Terra di mezzo, Signore degli Anelli
Riguardo: Tolkien
L. M. Hartman, «Environmental Modesty, Reclaiming an Ancient Virtue» in Journal of Religious Ethics, 43(3), 475-492
Settembre 2015
Tags: Pudore come virtù
Riguardo: Sessualità
Ignazio di Antiochia, Ephes., VII, 2
«Uno solo è il medico, corporale e spirituale, generato e non generato, Dio fattosi carne, nella morte vita vera da Maria e da Dio, prima passibile ed ora impassibile, Gesù Cristo nostro Signore.»
Tags: Cristo medico, Incarnazione, Cristologia di sant'Ignazio di Antiochia
Riguardo: Cristologia
Sant'Ireneo di Lione, Adversus Haerses, III, 18, 3
«È, d’altronde, ciò che indica il suo stesso nome, perché nel nome di Cristo è sottinteso colui che ha unto, colui che è stato unto e l’unzione stessa di cui è stato unto: colui che ha unto è il Padre, colui che è stato unto è il Figlio, ed è stato unto nello Spirito che è l’unzione»
Tags: Significato del nome di Cristo, L'Unto
Riguardo: Cristologia
Sant'Ireneo di Lione, Adversus Haerses, III, 20, 2
«Costui infatti si è posto “in una carne simile a quella del peccato” (cfr. Rm 8,3), per condannare il peccato e, dopo averlo così condannato, espellerlo fuori dalla carne; e, d’altra parte, per richiamare l’uomo alla somiglianza con lui, rendendolo “imitatore” di Dio (cfr. Ef 5,1) e innalzandolo fino alla regola del Padre, per concedergli di vedere Dio e di conoscere il Padre, lui, il vero Dio che ha abitato nell’uomo (cfr. Gv 1,14) e si è fatto Figlio dell’uomo, per preparare l’uomo a conoscere Dio e preparare Dio ad abitare nell’uomo, secondo il beneplacito del Padre»
Tags: Incarnazione del Verbo, Umanazione, Assunzione della natura umana, Avvicinamento di Dio all'uomo, Rm 8,3, Ef 5,1, Gv 1,14
Riguardo: Patrologia
Sant'Ireneo di Lione, Adversus Haerses, III, 20, 2
«Se infatti non fosse stato un uomo a sconfiggere l’avversario dell’uomo, il nemico non sarebbe stato sconfitto giustamente; e ancora se non fosse stato Dio a concedere la salvezza, non ne avremmo avuto il sicuro possesso; e se l’uomo non fosse stato unito a Dio, non avremmo potuto partecipare dell’incorruttibilità. Infatti era necessario il mediatore di Dio e degli uomini, per portarli entrambi all’amicizia e alla concordia e per avvicinare l’uomo a Dio e far conoscere Dio agli uomini»
Tags: Incarnazione del Verbo, Umanazione, Assunzione della natura umana, Gesù mediatore
Riguardo: Cristologia
A. Joussain, Les passions humaines, 157
Flammarion, 1928
«Ci sono sentimenti che preferiamo confermare in noi. Poiché essi costituiscono l'intimo della nostra anima, un segreto istinto ci avverte di conservarli per noi stessi, se non vogliamo vederli appassiti. Espressi, essi prenderebbero un aspetto volgare ed impersonale, diverrebbero bene comune, materia di discussione, o pretesto di motteggio, e piuttosto che esporre i nostri sentimenti più puri ed essere fraintesi, o feriti al contatto d'un'anima estranea, amiamo, meglio, sovente, che non si conoscano o si ignorino. Vi sono cose che possiamo confidare a molte persone; altre che riserviamo ad amici intimi; altre infine che devono rimanere in noi. Sono fiori divini che non possono vivere che nell'anima nostra, e che non possiamo osare di trapiantarli senza farli morire»
Tags: Intimità dei sentimenti
Joel Marks, Manifesto amorale
«Ho fatto la sconvolgente scoperta che i fondamentalisti religiosi hanno ragione: senza Dio, non c’è moralità. L’ateismo implica l’amoralità, e poiché io sono un ateo, devo quindi abbracciare l’amoralità»
Tags: Morale, Fondamento morale, Ateismo, Amoralità
Andrea Monda, «L'erbario di Tolkien: ricette e rimedi naturali della Terra di Mezzo» in La Civiltà Cattolica, 156 no 3723 - 3724 Aug 06 - 12 2005, p 331-332
Tags: Tolkien, Erbario, medicina
Riguardo: Tolkien
E. Mounier, Introduction aux existentialismes, 127-128
Parigi 1962
Tags: Pudore come rivelatore della trascendenza umana
Riguardo: Sessualità
Philippe Nemo, La bella morte dell’ateismo moderno, 129
Rubbettino 2016
«Se infatti non esiste un Bene assoluto, che senso ha parlare di un Male assoluto? E se non c'è un Male assoluto che senso ha, alla fin fine, condannare la Shoah?»
Tags: Bene assoluto, Fondamento morale, Male assoluto
Riguardo: Teologia Morale
Franz-Josef Nocke, Dottrina dei Sacramenti, 17
Queriniana, Brescia 2015
Nocke definisce cosa si intende per "Mentalità sacramentale"
Tags: mentalità sacramentale
Riguardo: Sacramenti
Franz-Josef Nocke, Dottrina dei Sacramenti, 22
Queriniana, Brescia 2015
Nocke analizza il termine «sacramentum»
Tags: Sacramentum, Sacramento
Riguardo: Sacramenti
san Paolo, Lettera ai Romani, 12, 2
Tags: Discernimento della volontà di Dio
san Paolo, Prima lettera a Giovanni, 4, 1
Tags: Discernimento degli spiriti
san Paolo, Prima lettera ai Corinzi, 12, 10
Tags: Carismi, Discernimento degli Spiriti
Pio X, Pascendi Dominici gregis
Vengono condannate le tesi dei cattolici che sostenevano che i sacramenti esistessero solo in funzione del sopperimento alla necessità umana di dare una forma tangibile e sensibile alla propria fede, sostenendo anche che non furono istituiti da Cristo.
Tags: Istituzione dei sacramenti da parte di Cristo, Cristo istituisce i sacramenti, Istituzione dei sacramenti
Riguardo: Sacramenti
Pio XII, Christus Dominus
6 gennaio 1953
Tags: messa vespertina, messa sabato sera, Vigilia, Vespro, Digiuno eucaristico, Digiuno prima della messa
Riguardo: Liturgia
K. Rahner, La Trinità, 29
Brescia, 2008
«L'antica apologetica contro i pagani e i giudei si proponeva soprattutto di trovare la Trinità quanto più possibile già prima del Nuovo Testamento e fuori del cristianesimo [...]. I patriarchi dell’Antico Testamento ne sapevano qualcosa nella loro fede, e Agostino attribuiva ai grandi filosofi una conoscenza in proposito, con tale generosità, che oggi non farebbe che suscitare scandalo»
Tags: Trinità nell'Antico Testamento
Riguardo: Trinitaria
A. Sacchi, Lettere Paoline e altre lettere, 136
Sacchi precisa che il fiume di cui si parla in At 16, 13 è il fiume Gangite, oggi indicato sulle cartine come "Angitis".
Tags: san Paolo, Fiume di Filippi, Fiume a Filippi, Fiume Filippi
Riguardo: Corpo Paolino
Jean-Paul Sartre, L’esistenzialismo è un umanismo
1945
«Senza Dio svanisce ogni possibilità di ritrovare dei valori in un cielo intelligibile, non sta scritto da nessuna parte che il bene esiste, che bisogna essere onesti, che non si deve mentire»
Tags: Morale, Fondamento morale, Ateismo, Amoralità
Card. A. I. Schuster, Liber sacramentorum III, 86-89
Torino, Marietti, 1933
«La messa di san Giovanni di Capistrano († 1456), Minorita, insigne predicatore della Crociata contro i Turchi, fu istituita nel 1890 da Leone XIII. Il suo redattore s’è lasciato altamente impressionare dalla splendida vittoria di Belgrado, riportata specialmente per le preghiere e le esortazioni del Santo. [...] Le antiche crociate contro gl’infedeli vogliono essere considerate da quel punto di vista soprannaturale, donde appunto le consideravano gli antichi. Esse rappresentarono lo sforzo massimo della Cristianità, perché la forza bruta dei musulmani non annientasse la civiltà dell’Evangelo. Anima di questa resistenza possente, diuturna e finalmente trionfatrice a Lepanto e a Vienna fu il Pontificato Romano, che per oltre cinque secoli, non badando a sacrifizi e a spese, congiunse in un sol fascio sotto il vessillo della Croce le forze cattoliche d’ogni nazione, e dirigendole contro la Mezzaluna, risparmiò all’Europa un gran numero di guerre interne, assicurando inoltre il trionfo sull’Asia occidentale e sull’Islam. [...] Prodigio della destra dell’Eccelso! A compiere le grandi meraviglie Egli si serve a preferenza degli strumenti abbietti, i più disagiati talvolta e i più spregiati degli uomini, affinché l’esito non possa essere attribuito alla creatura, ma solo al Creatore. Così nel secolo XV, in pieno Umanesimo, quando le stesse potenze cristiane, in cambio di ascoltar la voce del Supremo Pastore e muovere concordi contro la Mezzaluna che minacciava la libertà del mondo civile, con subdola politica rivaleggiavano fra di loro, Dio suscitò un povero figlio di san Francesco, che, sparuto in volto, scalzo e privo di mezzi, smuove colla sua parola infuocata metà d’Europa e la conduce al trionfo sotto le mura di Belgrado. “Digitus Dei est hic”»
Tags: messa di san Giovanni di Capistrano
G. Sovernigo, Come amare. Maturazione affettiva e orientamento, ridotto e adattato dall'autore in R. Manganotti - N. Incampo, Tiberiade, La Scuola, 2014, 242
Elle Di Ci
Nulla osta Roma, 19 dicembre 2013, prot. 912/2013, Angelo Card. Bagnasco, Imprimatur Brescia, 22 gennaio 2014, prot.49/2014 Luciano Monari, vescovo di Brescia.
«Bisogna infine aiutare i giovani a superare la cosiddetta normalità statistica. C'è nelle persone più insicure il bisogno di adeguarsi rapidamente ai risultati statistici, alla media del comportamento della propria subcultura. Ciò è particolarmente importante nel campo sessuale dove vengono pubblicate tante pseudo-inchieste. È con i valori che occorre innanzitutto confrontarsi e prendere posizione»
Tags: Normalità statistica, Adeguamento ai costumi della società
Riguardo: Sessualità
T. Špidlik, Noi nella Trinità, 27-28
Roma 2000
«Comparando i testi di Giovanni con l’Antico Testamento possiamo dire quanto segue: agli antichi fu rivelato che Dio pronuncia spesso la sua parola e la manda nel mondo, ma non avevano idea che questa parola potesse essere persona. Coloro che nel Nuovo Testamento incontravano Gesù non avevano dubbi che egli fosse persona. Ma fu a loro rivelato progressivamente che egli è persona divina in relazione con il Padre, come suo unico Figlio»
Tags: Seconda Persona della Trinità nell'Antico Testamento, Verbo di Dio
Riguardo: Trinitaria
Thomas Spidlik, Noi nella Trinità, 69-82
Lipa Edizioni, Abilgraf 2000
T. Spidlick tratta nel capitolo VI dei seguenti argomenti:
- Il matrimonio
- Il matrimonio e la Chiesa
- Il matrimonio come immagine di una realtà superiore
- Il matrimonio e la verginità
- L'amicizia
Tags: Trinità, Chiesa domestica, Famiglia, Relazioni umane
Riguardo: Trinitaria
Tertulliano, De praescritione haereticorum, 7.9-10
«Che hanno in comune, dunque, Atene e Gerusalemme? che hanno in comune l’Accademia e la Chiesa? che hanno in comune gli eretici e i cristiani? La nostra disciplina viene dal portico di Salomone, che pure aveva insegnato doversi cercare Dio in semplicità di cuore. Ci pensino coloro che hanno inventato un cristianesimo stoico e platonico e dialettico. Non abbiamo bisogno della curiosità, dopo Gesù Cristo, né della ricerca dopo il Vangelo. Quando crediamo, non sentiamo il bisogno di credere in altro, giacché noi crediamo prima questo, non esserci motivo di dover credere in altro»
Tags: Atene, Gerusalemme, Atene e Gerusalemme
Riguardo: Patrologia
Tertulliano, La carne di Cristo, V, 1
«Che cos’è più indegno per un Dio, di cui debba arrossire di più? È nascere o morire? Portare la carne o la croce? Farsi circoncidere o farsi inchiodare? Essere nutrito o sepolto? Essere coricato in una mangiatoia o deposto in una tomba?»
Tags: Legame tra nascita e morte di Cristo, Nascita di Cristo, Morte di Cristo
Riguardo: Cristologia
Tertulliano, La carne di Cristo, VI, 6
«Il Cristo, inviato per morire, dovette necessariamente nascere per poter morire; infatti nulla muore che prima non sia nato. Esiste un tributo scambievole tra la nascita e la morte. La condizione mortale fu la ragione della sua nascita»
Tags: Legame tra nascita e morte di Cristo, Nascita di Cristo, Morte di Cristo
Riguardo: Cristologia
Francesco Tomasis, L'argomento ontologico: l'esistenza di Dio da Anselmo a Schelling
Roma, Città Nuova, 2010
Tags: Esistenza di Dio, Argomento ontologico, Sant'Anselmo, Shelling
Riguardo: Teologia naturale
san Tommaso d'Aquino, In duo praecepta caritatis et in decem Legis praecepta expositio, c.6
«Non può essere giustificata un'azione cattiva compiuta con una buona intenzione»
Tags: Azione morale, Male a fine di bene, Male a fin di bene, Il fine giustifica i mezzi, Il fine non giustifica i mezzi
Riguardo: Teologia Morale
san Tommaso d'Aquino, In duo praecepta caritatis: Opuscula theologica, II, n. 1168
«Accade con frequenza che l’uomo agisca con buona intenzione, ma senza profitto spirituale perché gli manca la buona volontà. Per esempio, uno ruba per aiutare i poveri: in questo caso, sebbene l’intenzione sia buona, manca la rettitudine della volontà perché le opere sono cattive. In conclusione, la buona intenzione non autorizza a fare un’opera cattiva. “Alcuni dicono: facciamo il male affinché venga il bene. Costoro sì che meritano la propria condanna” (Rm 3, 8)»
Tags: Azione morale, Male a fine di bene, Male a fin di bene, Il fine giustifica i mezzi, Il fine non giustifica i mezzi
Riguardo: Teologia Morale
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.1, a.8
Tags: metodo della dottrina sacra, metodo della teologia, metodo teologico
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.1, a.9
Tags: metafore
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.1, a.9
Tags: metafore nella Sacra Scrittura, metafora nella Sacra Scrittura
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.104, a.3-4
Tags: Annientamento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.117, a.1ss
Tags: Insegnamento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.118
Tags: Creazione delle anime degli uomini
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.12, a.5
Tags: Lume di Gloria
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.23, a.7
Tags: Numero degli eletti
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.3, a.4
Tags: Essere sussistente di Dio, Dio come essere sussistente
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.35
Tags: Immagine come nome della seconda Persona della Trinità, Cristo icona del Padre
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.37
Tags: Amore come nome dello Spirito Santo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.38
Tags: Dono come nome dello Spirito Santo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.68
Tags: Firmamento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, I, q.79, a.6-7
Tags: Facoltà della memoria
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.1-5
Tags: Beatitudine come fine ultimo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.10, a.11
Tags: Tolleranza religiosa, Ecumenismo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.100
Tags: Decalogo, Dieci comandamenti, 10 comandamenti, Legge
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.114
Tags: merito, Previsione dei meriti
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.114
Tags: merito
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.2
Tags: Beatitudine oggettiva come fine ultimo dell'uomo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.3
Tags: Beatitudine soggettiva come fine ultimo dell'uomo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.31-34
Tags: Godimento, Piacere
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.38
Tags: Rimedi del dolore
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.47, a.2
Tags: Disprezzo come causa dell'ira
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.47, a.4
Tags: Disprezzo come causa dell'ira
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.5
Tags: Conseguimento del fine ultimo dell'uomo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.52
Tags: Aumento degli abiti
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.57, a.6
Tags: Synesis come parte della prudenza
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.76
Tags: Ignoranza come causa di peccato
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-I, q.85, a.3
Tags: Ignoranza come ferita del peccato, Ignoranza come conseguenza del peccato, Ignoranza come effetto del peccato
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.72
Tags: Contumelia, Offesa verbale, Ingiuria
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.10, a.7
Tags: Dispute con gli infedeli, Dialogo ecumenico, Dialogo interreligioso
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.110
Tags: menzogna
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.110
Tags: Bugia, menzogna
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.118
Tags: Attaccamento ai beni materiali, Avarizia, Prudenza della carne
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.121
Tags: Pietà come dono dello Spirito Santo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.122
Tags: Decalogo, Dieci comandamenti, 10 comandamenti, Legge
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.122, a.4
Tags: Riposo festivo, Domenica
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.126
Tags: Temerarietà
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.130
Tags: Presunzione come vizio opposto alla magnanimità
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.138, a.2
Tags: Pertinacia, Ostinazione, Indurimento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.154, a.11s
Tags: Contraccezione, metodi contraccettivi
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.154, a.4
Tags: Impudicizia, Toccamenti
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.157
Tags: Clemenza
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.168, a.2
Tags: Divertimento, Eutrapelia
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.169
Tags: Abbigliamento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.169
Tags: Modestia nel vestire, Modestia nel vestiario, Modestia nell'abbigliamento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.169, a.2
Tags: Ornamenti delle donne
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.169, a.2
Tags: Gioielli, Ornamenti delle donne, Trucco
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.175
Tags: Rapimento mistico
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.175
Tags: Grazia gratuita del rapimento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.175, aa.3ss
Tags: Rapimento di san Paolo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.181, a.3
Tags: Insegnamento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.187, a.4-5
Tags: Ordini mendicanti
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.21
Tags: Presunzione come peccato contro lo Spirito Santo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.24, a.4ss
Tags: Aumento della carità
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.27
Tags: Amore come atto principale della carità
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.4
Tags: Fede come virtù
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.45
Tags: Sapienza come dono dello Spirito Santo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.49, a.1
Tags: memoria come parte della prudenza
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.49, a.2
Tags: Intelletto come parte della prudenza
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.51, a.3
Tags: Synesis come parte della prudenza
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.60, a.3-4
Tags: Sospetto temerario
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.77, 4
Tags: Commercio
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.8
Tags: Intelletto come dono dello Spirito Santo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.82, a.3
Tags: meditazione
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.87
Tags: Sostentamento del clero
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.87
Tags: Decime, Decima
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.89
Tags: Giuramento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, II-II, q.9
Tags: Scienza come dono dello Spirito Santo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.22, a.6
Tags: melchisedec
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.25
Tags: Cristo come oggetto di adorazione, Adorazione di Cristo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.26
Tags: mediazione di Cristo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.32
Tags: Principio del concepimento di Cristo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.32-34
Tags: Concepimento di Cristo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.33
Tags: Modo del concepimento di Cristo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.35, a.7
Tags: Betlemme
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.37, a.2
Tags: Nome di Gesù
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.39, a.4
Tags: Fiume Giordano
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.42
Tags: Insegnamento di Cristo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.46, a.10
Tags: Gerusalemme come luogo della morte di Cristo
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.62, a.2
Tags: Grazia sacramentale
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.64
Tags: Ministro dei sacramenti
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.64
Tags: Ministro dei sacramenti
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.64, a.2
Tags: Istituzione dei sacramenti
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.64, a.2
Tags: Istituzione dei sacramenti
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.73
Tags: Sacramento dell'eucarestia, Sacramento dell'eucaristia
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.77
Tags: Specie sacramentali nell'eucaristia, Specie sacramentali nell'eucarestia
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.83
Tags: messa, Liturgia eucaristica
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, q.83
Tags: messa
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, III, qq.60-65
Tags: Sacramenti, Sacramento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.29
Tags: Sacramento dell'estrema unzione
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.38
Tags: Vescovo come ministro dell'ordine
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.39
Tags: Impedimenti all'ordine sacro
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.40, a.7
Tags: Vesti sacre, Paramenti sacri
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.42
Tags: Sacramento del matrimonio
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.43
Tags: Fidanzamento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.43
Tags: Fidanzamento, Fidanzati
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.49, a.5s
Tags: Contraccezione, metodi contraccettivi
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.51
Tags: Errore come impedimento matrimoniale
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.54
Tags: Consanguineità come impedimento matrimoniale
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.55
Tags: Affinità matrimoniale, Impedimento matrimoniale
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.58, a.3
Tags: Follia come impedimento matrimoniale, Impedimenti matrimoniali
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.58, a.4
Tags: Incesto come impedimento matrimoniale
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.58, a.5
Tags: Impedimento matrimoniale del difetto di età, Impedimenti matrimoniali
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.59
Tags: Impedimento matrimoniale della disparità di culto, Impedimenti matrimoniali
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.62
Tags: Adulterio, Impedimento matrimoniale, Adulterio e separazione
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.69
Tags: Dimora delle anime dopo la morte
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.87
Tags: Conoscenza dei meriti e demeriti nel giudizio universale
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.91
Tags: Rinnovamento cosmico finale
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, q.96, a.7
Tags: Insegnamento
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, qq.12-15
Tags: Soddisfazione sacramentale
Riguardo: Tomismo
san Tommaso d'Aquino, Summa Theologiae, Spl, qq.50-62
Tags: Impedimenti matrimoniali
Riguardo: Tomismo
R. Tosi, Dizionario delle sentenze latine e greche, §98
Milano 1997
«Questa frase latina che deve la propria fortuna a un facile gioco paronomatico è tuttora comunemente usata ad indicare una quasi magica corrispondenza fra nome ed essere, e, in particolare, fra il nome di una persone e le sue azioni e le sue vicende»
Tags: Nomen Omen, Nomen-Omen
Ugo di san Vittore, De Sacramentis, I, IX, 2
«In virtù di questa sua qualità innata ogni tipo di acqua fu in grado di rappresentare la grazia spirituale, prima ancora di significarla in virtù di un'ulteriore istituzione. Venne poi il Salvatore e istituì il visibile lavacro dei corpi mediante l'acqua per significare l'invisibile purificazione delle anime mediante la grazia spirituale. E da quel momento ormai l'acqua non rappresenta la grazia spirituale in virtù della sola somiglianza naturale, ma anche la significa in virtù di una ulteriore istituzione»
Tags: Simbolo, Sacramento, Significanza
Riguardo: Sacramenti
Ugo di san Vittore, De sacramentis legis naturalis et scriptae, I, IX, 2
«Il sacramento è un elemento materiale, che esternamente viene posto in maniera
sensibile davanti agli occhi e che in virtù di una somiglianza rappresenta una grazia invisibile e spirituale, in virtù dell'istituzione la significa e in virtù di una consacrazione santificante la contiene»
Tags: Sacramento
Riguardo: Sacramenti
J. De La Vaissière, Il pudore istintivo, 83-88
Tags: Correlazione tra abbigliamento e moralità
Riguardo: Sessualità
Ricerca avanzata
Filtra i risultati


Tematiche